Libri News

News, recensioni e sintesi libri, romanzi, narrativa italiana e straniera, gialli, thriller, noir, fantascienza, fantasy ecc.

Libri: Curvadivita di Stefano Mariantoni – Edizioni Cinquemarzo


Grazie alla vittoria conseguita al premio Arthè 2007 con il racconto intitolato ‘La cosa più viva che c’è’ e la vittoria conseguita al concorso nazionale ‘Vivendo Scrivendo’ con il racconto ‘Curvadivita’ (organizzato dalla casa editrice Cinquemarzo di Viareggio, premio che porterà alla pubblicazione di una raccolta di racconti o di un romanzo), il giovane giornalista reatino Stefano Mariantoni, pubblica per la stessa casa editrice la raccolta di racconti ‘Curvadivita’.

Stefano misura con leggerezza e sensibilità i passi dei personaggi lungo le strade che scelgono di seguire o che sono obbligati a completare ed è difficile, una volta entrati nei racconti, staccarsi dalle parole come è impossibile alzare gli occhi dalla corsa di uno sprinter o dall’allungo del maratoneta che vede il traguardo.

Libri News segnala:

Un padre di Pedro Ugarte - Zero91
Un padre di Pedro Ugarte – Zero91


Curvadivita di Stefano Mariantoni - Edizioni Cinquemarzo

Curvadivita di Stefano Mariantoni - Edizioni Cinquemarzo

Titolo: Curvadivita
Genere: Narrativa Italiana
Autore: Stefano Mariantoni
Editore: Cinquemarzo
Anno: 2009
Collana: Melpomene
Informazioni: pg. 157
Codice EAN: 9788895854281

Prezzo Book Shop: € 10,00

IL LIBRO – In maniera diretta oppure appena tratteggiata si ritrovano, nelle pagine di Stefano Mariantoni, due cose che poi forse sono una soltanto: i temi (i suoni, i profumi, gli scenari) della cronaca quotidiana reatina e gli echi (i ricordi, le immagini, le voci) della storia di tre generazioni di sabini. Se mettiamo tutto insieme, il risultato si chiama “vita”: vita di tutti i giorni; vita amara, dolce, agra; vita dentro e fuori quello che capita di affrontare non certo solo a Rieti.

Sono storie in realtà accasabili a ogni indirizzo e latitudine, perché Stefano ha voluto aspettare un po’ prima di mettersi alla tastiera per delimitare racconti e non più solo articoli dall’oggi al domani. Non ha ancora gli anni di Noè, ma ha iniziato in tempi che sembrano già così lontani a descrivere sulle pagine del Messaggero ciò che gli accadeva intorno.

E ogni “servizio” era inevitabilmente meglio di quello di prima come orditura, mentre restano in lui intatte la curiosità di vedere, la voglia di capire, la capacità di proporre – con molta discrezione, ci mancherebbe – una soluzione.

Non ha mai sciolto nel mare della banalità anche il più piccolo spunto della cronaca, non ha mai rifiutato una sfida, e adesso in “curvadivita” riesce a restituirci con mille interessi vicende sue e non sue, sicuramente nostre, perché in queste pagine ci specchiamo e ci specchieremo sempre.

Stefano sa anche di sport (tutto lo sport: praticato, insegnato, sostenuto) e bagna i suoi racconti di sudore, fatica, gioia e delusione. Alla fine torniamo sempre lì: leggiamo queste pagine e ci troviamo la vita.

L’AUTORE – Dalle centinaia di articoli scritti in dieci anni per ‘Il Messaggero’ alla narrazione in racconti in cui si cala perfettamente, e con rara sensibilità, nei panni di una adolescente alle prese con il dilemma di una maternità troppo acerba e in quelli di un giovane sospeso tra la vita, la morte, il sogno con uno stile che è allo stesso tempo avvincente e delicato.

E’ il passaggio compiuto in pochi mesi dal giovane giornalista di Rieti, Stefano Mariantoni, 34 anni, che in una manciata di giorni ha visto i suoi due primi racconti premiati in altrettanti concorsi dedicati alla narrativa.

.

Advertisements

Archiviato in:Libri Narrativa Italiana, , , , , , , , , , , , , , ,

One Response

  1. Emiliano scrive:

    E’ la prima volta che scrivo un commento su un libro e sono felice di farlo per il mio compagno di classe alle superiori sperando in qualche modo di sorprenderlo e di trasmettere ciò che ho provato nel leggerlo. Il mio non è un giudizio di parte. Di solito cerco di essere il più obiettivo possibile in tutto ciò che penso di amici, conoscenti e parenti. Detto questo, non ho intenzione di parlare della “vita tutti i giorni” rappresentata con i suoi racconti, ma dire quanto questa lettura mi abbia riportato con i piedi per terra a riflettere su quei principi che a volte (anche troppo spesso) dimentichiamo, travolti dai ritmi quotidiani del lavoro, della famiglia, della società che ci circonda. Sto parlando di generosità, umiltà e rispetto, secondo me i tre principi fondamentali da imparare e da seguire. Altro tema particolarmente bello è quello della tenacia e della forza d’animo con cui i personaggi descritti hanno saputo affrontare e superare, non senza paure e ansie, i diversi scenari di vita cui chiunque potrebbe trovarsi davanti. Ciò che sembrerebbe scontato in quel che sappiamo e viviamo, che non tutti sono in grado di esprimere con le parole, è stato scritto in modo eccellente e con una sensibilità difficile da trovare di questi tempi. Posso sicuramente dire che questo libro mi ha trasmesso forti emozioni, soprattutto quando ho scoperto il significato di “CURVADIVITA”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Flickr Photos

Joshua Mohr

Tutto quello che amo in questa vita al contrario di Joshua Mohr

Nicolai Lilin

Caduta libera di Nicolai Lilin

Caduta libera di Nicolai Lilin - Banner

Buona Pasqua

Attacco a Teheran di David Ignatius

Attacco a Teheran di David Ignatius - Banner

Il figlio perduto di Julie Myerson - Banner

Il figlio perduto di Julie Myerson - Cover

Altre foto

Blog Stats

  • 445,762 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: